Reiki International School | Le 7 qualità di un buon Reiki Master
1393
single,single-post,postid-1393,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 
love-heals-reiki-heals

24 Mar Le 7 qualità di un buon Reiki Master

CondividiShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestDigg thisShare on TumblrEmail this to someone

Le 7 qualità di un buon Reiki Master

Insegnare REIKI in sé potrebbe essere relativamente facile in quanto Reiki è una pratica naturale e semplicissima. L’energia universale del quale tutto è composto nell’ Universo, esseri umani compresi, viene canalizzata naturalmente e fuori esce spontaneamente dalla nostre mani, espandendosi.

chk_lotus4ReikiReiki è la pratica più semplice e più naturale che esista e tenere corsi di Reiki significa prevalentemente portare le persone alla consapevolezza di essere energia, di nutrirsi prevalentemente di energia (oltre che di cibo, acqua ed aria) e di poter ri-equilibrare il flusso energetico sia in se stessi che negli altri, grazie alla pratica chiamata Reiki, con un nome giapponese, che gli è stato dato dal suo scopritore, Mikao Usui.

Purtroppo però spesso si vedono Master Reiki che aggiungono ego, importanza, o peggio ancora superiorità alla pratica più semplice e più primordiale del mondo, dimenticandosi che un Master Reiki è solo un canale. E che i meriti della trasmissione energetica non sono suoi ma dell’energia universale.

Elenco delle 7 qualità di un buon Reiki Master

aaa photo VistaArrowIcons_zpsrjkor20d.jpgUMILTA’ – l’umiltà è la prima della lista ed è anche il contrario dell’ego. Un buon Master Reiki deve quindi essere umile, cioè non si deve sentire né migliore né peggiore di nessun altro e tanto meno dei suoi allievi. E’ una persona come tutte le altre e il suo compito è trasmettere un sapere. Un Master Reiki non è un maestro di vita, ma è un insegnante di Reiki. Un buon insegnante impara dai suoi allievi tanto quanto insegna qualcosa a loro o anche di più.

aaa photo VistaArrowIcons_zpsrjkor20d.jpgSEMPLICITA’ – Un buon Master Reiki deve essere semplice e deve fare sentire i suoi allievi completamente a loro agio e liberi di essere se stessi. Deve essere calmo nei toni, sorridente e pronto ad ascoltare. Deve usare parole comprensibili e ripetere gentilmente i concetti se viene richiesto. Non deve sentirsi superiore a nessuno né far sentire i suoi allievi la sua “presunta superiorità. Un Master Reiki deve aiutare i suoi allievi ad ascoltare se stessi senza imporsi lui stesso.

aaa photo VistaArrowIcons_zpsrjkor20d.jpgONESTA’ – E’ probabile che un Master Reiki che lo vede relatore di molti corsi di Reiki sia un professionista, e cioè una persona che si dedica a Reiki oltre che per passione ed amore anche come attività e lo fa 7 giorni su 7. Va benissimo in quanto insegnare Reiki per lavoro richiede molta dedizione. Quindi il Master Reiki chiederà ai suoi allievi la somma che ritiene giusta per lui per la sua dedizione, per il suo impegno, per il suo tempo, per tutto ciò che ritiene. Quando fai un corso di Reiki o un trattamento Reiki non paghi l’energia ma il tempo che ti viene dedicato e la conoscenza da parte dell’operatore Reiki. Un buon Master Reiki fa la fattura commerciale o chiede al suo allievo se preferisce la fattura commerciale o la ricevuta fiscale, e quindi paga le tasse come avviene per qualsiasi professione.

aaa photo VistaArrowIcons_zpsrjkor20d.jpgDISPONIBILITA‘ Un buon Master Reiki è sempre disponibile per i suoi allievi anche dopo che hanno frequentato il corso di Reiki. E’ sua discrezione scegliere se farsi contattare tramite email o tramite cellulare. In genere per chi tiene dei corsi frequentemente non è semplice essere reperibili al cellulare, mentre rispondere alla email è molto più semplice in quanto può essere vista con calma anche alla sera dopo cena o in qualsiasi momento, il messaggio viene archiviato dal server di posta e viene letto dal destinatario appena quest’ultimo è libero. Un buon Master Reiki risponde appena possibile alle email dei suoi allievi anche quando gli allievi gli raccontano tramite email le loro esperienze o gli pongono delle domande.

aaa photo VistaArrowIcons_zpsrjkor20d.jpgNATURALITA’ – Ebbene si, un Master Reiki non deve essere “rigido”, ma deve essere sciolto, morbido, amichevole, dolce, sorridente, gioviale, positivo. Le persone non vengono a fare un corso di Reiki per sentirsi fare noiose o strazianti “prediche“. Vengono a fare un corso di Reiki per rilassarsi, vengono per imparare una pratica semplice e naturale che le possa farle stare bene. Dedicano una giornata oppure un week end al proprio benessere, spendono dei soldi e “giustamentevogliono sentirsi bene, vogliono essere in un ambiente amorevole e sereno.

aaa photo VistaArrowIcons_zpsrjkor20d.jpgAPERTURA MENTALE – Questa qualità è importantissima in un Master Reiki e purtroppo non è sempre presente. Ma dovrebbe esserlo. Le persone sono tutte diverse. I modi di insegnare Reiki sono tanti ed a volte diversi. E’ importante pensare che vadano tutti bene fino a quando vanno bene per la persona che abbiamo di fronte, fino a quando non ci siano rigide imposizioni che tanto contrastano con l’energia universale che sta trasmettendo il Master Reiki. L’energia universale è fluida, semplice e naturale e non segue rigide regole, semplicemente è… Un Master Reiki deve essere come l’acqua e seguire il corso naturale nel rispetto dei suoi allievi. Deve saper trasmettere ai suoi allievi di essere come l’acqua e lasciare scorrere l’energia, senza porsi problemi se è giusto o sbagliato visto che non esiste un modo giusto ed un modo sbagliato.

aaa photo VistaArrowIcons_zpsrjkor20d.jpgCOMPRENSIONE – Un buon Master Reiki sa comprendere che ogni persona è diversa, ha un energia diversa, ha una sua storia personale ed una sua preparazione del tutto personale. Ci sono persone più sciolte e persone più rigide, persone più creative e persone più razionali, persone più intuitive e persone che hanno bisogno di metodo. Il Master Reiki saprà adattarsi ai suoi allievi e non viceversa. Inoltre un buon Master Reiki non imporrà scadenze uguali per tutti in quanto ogni persona necessità di tempi diversi in quanto siamo tutti diverse e sia la preparazione è diversa, sia la necessità dei tempi per ogni persona è diversa.

Insegno Reiki professionalmente da 21 anni e devo ammettere che mai come oggi si è vista cosi tanta confusione nell’ insegnamento di Reiki. Per insegnare Reikicorrettamente” sono necessarie queste 7 qualità che faranno la differenza fra un buon insegnante di Reiki e uno pseudo Maestro Reiki.

Monica Giovine

Leggi anche i seguenti ARTICOLI

 

CondividiShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestDigg thisShare on TumblrEmail this to someone
13 Comments

Post A Comment

14 − otto =