Reiki International School | Reiki all’acqua
524
page,page-id-524,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 
CondividiShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestDigg thisShare on TumblrEmail this to someone

 

Reiki all’acqua

E’ possibile “reikizzare” od “energizzare” l’acqua mediante l’applicazione di REIKI.

Innanzitutto è indispensabile un contenitore di vetro e non di plastica in quanto la plastica fa da isolante dell’ energia e quindi non indicata nel nostro caso. Quindi possiamo porre le mani con le dita unite sopra al bicchiere d’acqua prima di berlo o tenendo in mano una bottiglia di vetro. Per fare questo sono sufficienti circa 5 minuti. Bere “acqua Reiki” ci aiuta nel processo di purificazione e disintossicazione. Conosciamo i benefici delle acque e della depurazione delle tossine del corpo. Possiamo anche fare Reiki all’ acqua che utilizziamo per cucinare con lo stesso sistema o anche usando una brocca di vetro.

L’acqua ricca di energia Reiki oltre ad essere utile per il consumo umano può essere somministrata anche agli animali o alle piante.

Annaffiando le piante con acqua “reikizzata” i vegetali crescono forti e sani e dai colori vividi. E’ come se ricevessero acqua e sole! Possiamo inoltre fare Reiki all’ acqua utilizzata per il bagno o per i pediluvi o per impacchi ecc… sempre con la stessa modalità. In questo caso, non venendo consumata oralmente (come per l’acqua utilizzata in cucina) possiamo anche immergere le mani nell’acqua.

wb-4[1]Ovviamente anche per fare Reiki all’acqua è indispensabile avere ricevuto almeno il primo livello di REIKI.

 

PRENOTA ORA

CONTATTA la Scuola Reiki

 

 

CondividiShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestDigg thisShare on TumblrEmail this to someone