Reiki International School | Intervista a Mikao Usui
607
page,page-id-607,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 
CondividiShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestDigg thisShare on TumblrEmail this to someone

 

dr-mikaousui

Intervista a Mikao Usui

Alle domande riguardanti il Reiki ha risposto Mikao Usui, ma la data ed il nome dell’intervistatore non ci sono noti. In base alla data citata nel testo, l’intervista potrebbe essere stata realizzata  tra il 1922 e il 1926, anno nel quale Mikao Usui ha lasciato il corpo.

Domanda: Cos’è l’ Usui Reiki Ryoho?

Answer: Risposta: Abbiamo ricevuto con gratitudine i principi prescritti dall’imperatore Meiji e viviamo attenendoci ad Essi. Per poter seguire il cammino spirituale, l’umanità deve vivere secondo questi principi. Ciò significa che dobbiamo imparare a migliorare il nostro corpo, i nostri sentimenti ed i nostri pensieri con la pratica costante . In questo modo guariremo innanzi tutto lo spirito e poi risaneremo il corpo. Quando la nostra mente è sulla sana via dell’onestà e della serietà, il corpo ritrova da solo la completa salute. Poiché il corpo e la mente sono una cosa sola noi possiamo vivere in pace e con gioia. Noi guariamo noi stessi e le malattie degli altri, intensificando ed aumentando così la nostra felicità e quella degli altri. Questo è il fine dell’Usui Reiki Ryoho.

Domanda: L’ Usui Reiki Ryoho si basa su una forma di psicoterapia, di autosuggestione, di ipnosi o altre terapie note? E’ una terapia già conosciuta ma sotto altro nome?

Risposta: Non è simile alle forme di terapia che ha descritto. Dopo molti anni di duro esercizio, ho incontrato un segreto spirituale che serve per liberare il corpo e la mente.

Domanda: Il Reiki è un metodo di guarigione psichico- spirituale?

Risposta: E’ abbastanza esatto, possiamo chiamarlo così ma possiamo anche chiamarla terapia fisica, poiché l’energia e la luce irradiano da tutte le parti del corpo della persona che fa il trattamento. L’energia e la luce irradiano principalmente dagli occhi, dalla bocca e dalle mani di chi dà il trattamento, egli può, nello stesso tempo, fissare con gli occhi le parti sofferenti, soffiare e le massaggiare delicatamente. Mal di denti, mal di testa, mal di stomaco, gonfiori al torace, nevralgie, contusioni, tagli, bruciature, ecc. guariscono facilmente, mentre le malattie croniche non sono così facili da trattare ma anche un solo trattamento di una malattia cronica mostra già un effetto positivo. Mi chiedo come questo fenomeno possa essere spiegato dalla scienza medica. La realtà colpisce sempre più della teoria , quando vedrete i risultati concorderete con me. Persino chi non ci vuole credere non potrà negare la realtà.

Domanda: Bisogna credere nell’ Usui Reiki Ryoho perché avvenga la guarigione?

Risposta: No, poiché il Reiki Ryoho è diverso da altri metodi psichici di guarigione, Il consenso e la fede non sono necessari, perché il Reiki non funziona tramite suggestione. Non fa differenza se una persona è incredula, scettica o prevenuta . Per esempio funziona anche con i bambini e le persone gravemente ferite e prive di sensi. Su dieci persone, forse una avrà fiducia al primo trattamento. Già dopo il primo trattamento la maggior parte delle persone sentiranno gli effetti benefici e la loro fiducia aumenterà.

Domanda: Quali malattie possono essere curate con l’ Usui Reiki Ryoho?

Risposta: Qualsiasi malattia sia che abbia origine psichica o fisica.

Domanda: L’ Usui Reiki Ryoho guarisce solo le malattie?

Risposta: No, non solo le malattie del corpo, ma anche cattive abitudini e malesseri psicologici come la disperazione, la debolezza di carattere, la mancanza di coraggio, la difficoltà nel prendere decisioni e il nervosismo. Con l’energia Reiki, il nostro spirito trova la sua parte divina o la sua Buddhità e possiamo sviluppare la capacità di curare gli altri esseri umani, nostri fratelli. In questo modo rendiamo felici, sani e sereni sia noi stessi che gli altri.

Domanda: In che modo guarisce l’Usui Reiki Ryoho?

Risposta: Nessuno mi ha iniziato a questo metodo. Non ho fatto degli sforzi per ottenere poteri straordinari di guarigione. Mentre digiunavo sono venuto in contatto con un’intensa energia e, in modo misterioso, sono stato ispirato. Per un insieme di coincidenze mi è diventato chiaro che mi era stata donata l’arte spirituale di guarire. Sebbene sia il fondatore di questo metodo mi è difficile spiegarlo in modo più preciso. Medici e studiosi fanno appassionate ricerche in questo campo, ma finora è stato difficile giungere ad una conclusione che si basi sulla scienza medica. Verrà il tempo in cui il Reiki incontrerà la scienza.

Domanda: L’Usui Reiki Ryoho utilizza medicine o strumenti particolari? In caso affermativo, ci sono effetti collaterali?

Risposta: Non usano né medicine né strumenti. Si usa solo lo sguardo, il soffio, l’accarezzare, il battere leggero e il tocco delle mani . E’ questo che guarisce le malattie.

Domanda: Per poter praticare l’Usui Reiki Ryoho occorre avere delle conoscenze mediche?

Risposta: Il Reiki Ryoho è un metodo spirituale che va oltre la scienza medica e perciò non si basa su di essa. Quando guardiamo, soffiamo, tocchiamo o accarezziamo la parte del corpo malata, otteniamo il risultato desiderato. Per esempio, tocchiamo la testa quando vogliamo trattare il cervello, l’addome quando vogliamo trattare l’addome e gli occhi per gli occhi. Non si prendono amare medicine, né si usa la moxa o moxibustione ma si guarisce in facilmente e rapidamente. Quindi questo metodo spirituale è una creazione originale.

Domanda: Come considerano Reiki i medici?

Risposta: Le autorità scientifiche sono molto oneste nel giudicare il Reiki Ryoho di Usui. Recentemente alcuni famosi medici europei hanno assunto una posizione critica nei confronti della somministrazione ( indiscriminata) di medicine. Il Dr. Sen Nagai della Università di Medicina di Teikoku ha detto: “Noi medici sappiamo come diagnosticare una malattia, registrarla empiricamente e capirla, ma non sappiamo né da dove viene né come trattarla.” Il Dr. Kondo ha detto: “E’ arrogante affermare che la medicina ha fatto enormi progressi quando la medicina moderna trascura l’equilibrio spirituale (del paziente). E’ un grande svantaggio.” Il dottor Sakae Hara ha detto: “E’ un’insolenza trattare l’essere umano, che possiede una saggezza spirituale, come un animale. Credo che in futuro potremo contare su una grande rivoluzione nel campo della terapia.” Alcuni medici e farmacisti capiscono questo problema e chiedono di essere iniziati al Reiki.

Domanda: Che cosa ne pensa il governo?

Risposta: Il 6 febbraio dell’undicesimo anno del periodo di Taisho (1922), il deputato Teiji Matsushita fece, alla riunione dell’ assemblea del Parlamento Federale, la seguente domanda : “Qual è la posizione del governo sui terapisti che attualmente praticano la psicoterapia e la terapia spirituale senza un titolo ?”
Il sig. Ushio della commissione di governo rispose: ” Dieci anni fa l’ipnosi ed altre forme analoghe di terapia erano giudicate terapie inadeguate ma oggi, dopo aver fatto ricerche, vengono applicate efficacemente in psichiatria. E’ difficile voler risolvere tutto ciò che riguarda l’essere umano con le medicine. Per guarire le malattie i medici seguono determinate vie, che si basano sui principi della medicina. L’uso delle mani e l’elettroterapia per combattere la malattia non fanno parte dei metodi delle facoltà di medicina.” Ecco perché l’Usui ReiKi Ryoho non è soggetto alle leggi che riguardano la facoltà medico-sanitaria né quelle che riguardano l’agopuntura, lo shiatsu o la moxa.

Domanda: In questa terapia, le capacità di guarigione spirituale sarà riservata solo a coloro che si sono sviluppate spiritualmente fin dalla nascita? Non credo che questo si possa imparare. Cosa ne pensa?

Risposta: Tutti gli esseri viventi hanno ricevuto in dono la capacità spirituale di guarire. La stessa cosa si può applicare alle piante, agli animali, ai pesci e agli insetti, ma gli esseri umani, che rappresentano il punto culminante della creazione, hanno ricevuto un potere maggiore. L’ Usui ReiKi Ryoho è apparso nel mondo per rendere questa capacità utilizzabile ed accessibile a tutti.

Domanda: Chiunque può essere iniziato all’ Usui Reiki Ryoho?

Risposta: Naturalmente si. Uomini e donne, vecchi e giovani, medici e persone non istruite che vivono secondo dei principi morali possono imparare in breve tempo. Ad oggi ho iniziato più di un migliaio di persone e neanche una di queste ha fallito nel raggiungere il risultato desiderato. Tutti, anche quelli che hanno appreso appena Shoden (il Primo Livello ), sono gà in grado di guarire le malattie. Se ci pensiamo, è piuttosto strano poter imparare in così breve tempo a guarire le malattie, nonostante questo sia per l’essere umano la cosa più difficile. Io stesso sono stupefatto Questa è la caratteristica del nostro metodo di guarigione spirituale, che possiamo imparare qualcosa di così difficile in modo tanto semplice.

Domanda: Con il metodo Usui Reiki Ryôhô si possono guarire gli altri. E se stessi? Una persona può guarire anche le proprie malattie?

Risposta: Se non potessimo guarire le nostre malattie, il nostro corpo e la nostra mente, come potremmo guarire gli altri?

Domanda: Cosa bisogna fare per imparare Okuden (il secondo livello)?

Risposta: L’ Okuden consiste in un certo numero di insegnamenti da applicare : Hatsurei ho, battere leggermente, accarezzare, far pressione con le mani, curare a distanza, guarire le abitudini ecc. Prima imparate Shoden e poi quando avrete ottenuto buoni risultati, di comportamento corretto, di onestà e moralità e sarete entusiasti del Reiki, allora sarete pronti per ricevere l’iniziazione all’ Okuden.

Domanda: Nel Reiki Ryoho c’è qualche altro insegnamento dopo l’ Okuden?

Risposta: C’è ancora il Shinpiden, il livello più alto, ossia il quarto, e cioè il grado nel quale possiamo trasmettere Reiki ed insegnarlo ad altri.

PRENOTA ORA

CONTATTA la Scuola Reiki

 

 

CondividiShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestDigg thisShare on TumblrEmail this to someone